I mieli liguri

Coffee_Beans

I mieli tipici, prodotti dal nettare della flora del nostro entroterra, sono quelli di castagno, di acacia, di erica, di corbezzolo, di millefiori. La qualità del miele varia a seconda della flora mellifera bottinata dalle api.

Caratteristiche
Il colore del miele da acacia è giallo chiaro paglierino, quello derivato dal castagno è ambrato, il millefiori varia da tonalità chiara a scura a seconda della presenza di melata.
Così come il colore anche il gusto varia: per esempio il miele di castagno risulta tendenzialmente più amaro di quello di acacia o di millefiori.

Preparazione
Il miele viene prelevato dall’alveare utilizzando la tecnica dell’affumicamento. La pratica consiste nel creare del fumo in prossimità dell’alveare, in modo che le api, per allontanarlo, scendono nella parte bassa della loro dimora ad agitare le ali dando così la possibilità all’operatore di asportare i telai con il miele. I telai, tolti dalle arnie, vengono disopercolati con un apposito attrezzo simile ad un coltello e posti in una macchina estrattrice che funziona come una centrifuga (smielatrice). Il miele così recuperato, viene filtrato, fatto decantare ed invasettato. Dai favi vuoti si recupera la cera con la quale verranno costruiti nuovi stampi di celle. Il prodotto viene promosso in occasione di fiere e sagre nonché in Mostre Mercato locali.

Curiosità
Per proteggere le api dal vento, dal freddo o dal calore, nelle nostre zone un tempo si faceva uso di tronchi cavi di castagno. Oggi è raro vedere nelle campagne i ricoveri delle api dalle forme antiche, poiché se si vuole effettuare un’apicoltura razionale bisogna necessariamente utilizzare l’arnia moderna a telai mobili. Esistono diverse razze geografiche di Apis mellifica ma quella presente in Italia è l’ape gialla, Apis mellifica ligustica Spinola. Gli apicoltori sono oggi molto interessati alla conservazione delle razze locali che si sono adattate alla regione in cui lavorano; infatti l’introduzione di razze straniere comporta un incremento di produzione immediata ma nel lungo periodo pone problemi di ibridazione. La produzione del miele risale al medioevo ed è stato fin dai tempi antichi utilizzato in riti sacri, come simbolo di purificazione. Nella cucina romana, il miele figurava tra i normali condimenti; con esso usavano anche addolcire il vino se questo risultava aspro.

TIGLIO

Il miele di tiglio si presenta in una colorazione piuttosto chiara, ambrata, con la possibilità di scorgere anche riflessi tendenti al giallo-verde nelle sue varietà più pure. Come tutti i tipi di miele, tende naturalmente alla cristallizzazione, anche se per il tiglio essa è un’operazione che avviene piuttosto lentamente.

Una volta cristallizzato, il miele di tiglio diventa color bianco-avorio. Al gusto, restituisce un sapore fresco, dolce, aromatico e che ricorda le erbe di montagna e la menta, pur conservando una certa intensità e persistenza. Lo si può spesso trovare in varietà meno pure, con presenza al suo interno di melata, castagno o addirittura ailanto, che ne modificano colore e aroma.

8,90 €

Confezione da 400g

ROVO

Utile nel contrastare le infiammazioni della bocca, nell’alleviare gli stati influenzali e i disturbi intestinali nei bambini. 

Il miele di rovo è un miele uniflorale, di colore ambrato o ambrato scuro, con odore intenso, consistenza liquida o parzialmente cristallizzato e con un gusto non molto dolce ma mediamente intenso di confettura.

 

8,90 €

Confezione da 400g

MILLEFIORI

Il miele di Millefiori è ricavato dal polline di fiori diversi e dalla melata di più piante. Ha un gusto dolce e gradevole, può essere di colore biondo o rossiccio, denso di sfumature che variano a seconda della stagione e della zona di produzione. Di conseguenza ha un aroma forte e gradevole che può variare da un anno all’altro anche in base al luogo di provenienza.

In cucina: Questo tipo di miele è ideale sul pane e sulle fette biscottate per la prima colazione o come dolcificante per bevande sia cale che fredde. Il Millefiori è un ottimo miele da tavola, si ritiene particolarmente adatto per la preparazione di dolci casalinghi. Si può degustare, per contrasto, con formaggi stagionati o semipiccanti.

8,90 €

Confezione da 500g

MELATA

In primo luogo, è molto meno dolce rispetto agli altri mieli, in quanto presenta una minor quantità di zuccheri. Al gusto può ricordare la corteccia e lascia in bocca un retrogusto amarognolo che può ricordare il sapore del terriccio. In alcuni casi il suo sapore viene ricondotto a quello del caramello.

Il miele di melata è ricco di proprietà benefiche ed è per questo motivo che è un alimento molto prezioso per la nostra alimentazione. In particolare, ha una forte azione antisettica e antibatterica ed è particolarmente consigliato per alleviare raffreddori, mal di gola, tosse e, in generale, le malattie che coinvolgono l’apparato respiratorio. Il miele di melata è un grande alleato del nostro cervello e rafforza memoria e concentrazione. Apporta anche numerosi benefici per il nostro intestino grazie alla presenza di numerosi batteri probiotici.

8,90 €

Confezione da 500g

CASTAGNO

Il miele di castagno deriva da castagneti naturali, è di colore molto scuro, con tonalità che vanno dall’ambra scuro al nero. Questo miele, avendo un contenuto maggiore di fruttosio piuttosto che di glucosio, tende a rimanere liquido con una cristallizzazione ritardata; il suo aroma è forte e intenso, mentre il sapore non è esattamente dolce, ha infatti un gusto particolare, gradevolmente amarognolo, con un retrogusto leggermente amaro e persistente che lascia la bocca asciutta.

In cucina: Per il suo gusto particolare, il miele di castagno è ritenuto poco adatto come dolcificante, mentre si accompagna perfettamente ai formaggi, meglio se non eccessivamente piccanti. Ad esempio è ritenuto ottimo per i formaggi stagionati di capra e misto di capra, o anche per alcuni formaggi meno stagionati o vaccini, quali ad esempio il Raschera Dop, il Puzzone di Moena, il Caprino Ossolano, ma anche altri tipi quali il Caciocavallo, il Parmigiano Reggiano e la Caciotta toscana. Il miele di castagno è anche indicato in alcune ricette per aromatizzare le carni. come alcuni piatti a base di arrosti.

8,90 €

Confezione da 500g

AGRUMI

Il miele di agrumi è un miele unifloreale tra i più apprezzati per il suo particolare profumo e la fragranza che gli deriva dai fiori degli agrumi dai quali è prodotto, principalmente il bergamotto, il limone, l’arancio, il cedro e il mandarino. Ha la caratteristica di cristallizzare spontaneamente pochi mesi dopo la raccolta e, in seguito, assume un colore che varia dal bianco al beige chiaro, con una consistenza sabbiosa e con cristalli piuttosto grossi. Il suo profumo è spiccato con un sapore mediamente intenso, fruttato e floreale, con una nota gradevolmente acidula.

In cucina:Per il suo gusto particolare, il miele di agrumi risulta adatto ad accompagnare i formaggi tipici del Sud Italia, quali la mozzarella, la scamorza e il caciocavallo. E’ considerato perfetto anche per un abbinamento un po’ inusuale, cioè come accompagnamento di alcuni piatti di pesce, sia crudo che cotto. Infine viene usato come dolcificante per bevande calde, quali the camomilla e tisane, nello yogurt al naturale, nei dolci (soprattutto quelli fritti) e per decorare la panna montata.

8,90 €

Confezione da 400g

ACACIA

Il miele di acacia, o robinia, è tra i mieli più noti e apprezzati. Pur essendo tipico delle Prealpi viene prodotto in tutta la penisola italiana, infatti viene raccolto anche in Toscana (nella Lunigiana), in alcune zone dell’Emilia Romagna, in Abruzzo e in Campania. Si tratta un miele riconoscibile perché caratterizzato da uno splendido colore chiaro, tra il bianco e il giallo paglierino, leggermente ambrato, ha una consistenza liquida e setosa con un aroma molto tenue e delicato, leggero e fruttato, che sa di fiori, con un sapore molto dolce. Ha la caratteristica di contenere più fruttosio che glucosio, per questo motivo la sua cristallizzazione è molto ritardata e quindi rimane liquido a lungo.

In cucina: Il miele di acacia è considerato un eccellente e potente dolcificante e quindi si presta a sostituire lo zucchero nelle bevande, di cui non ne altera il sapore perché ha un gusto delicato, quasi vanigliato, che non sovrasta i sapori ed è ideale come dolcificante di latte, caffè o the. E’ anche indicato per accompagnare formaggi, in particolare quelli erborinati come il Gorgonzola, ma anche il pecorino stagionato, sardo o Romano, e il Provolone; inoltre è indicato per accompagnare la frutta fresca di stagione. Il miele di acacia è l’ingrediente fondamentale della spongarda, un antico dolce tradizionale lombardo (delle zone di Crema e Cremona) che viene preparata mettendo frutta secca assortita e tritata (mandorle, nocciole, pinoli e noci) legata in amalgama con miele di acacia e spezie. L’impasto così composto riposa per una settimana in un recipiente di terracotta prima di essere messo tra due dischi di pasta e passato in forno per la cottura. Si tratta di un antico dolce di cui si hanno testimonianze già nel 1755, che ha ottenuto il riconoscimento regionale di prodotto tipico.

8,90 €

Confezione da 400g

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO Genova & Web Design by Media Service Italia.

Invia!
Ciao, come possiamo aiutarti?